Cooperativa SENAPE

Cooperativa SENAPE

%AM, %26 %041 %2016 %00:%Ago In attività Tags
Be the first to comment!

Baboucarr

Proveniente dal Gambia, in Italia e a Casale 2014, dopo una breve pausa ad AL, operatore della cooperativa.

Sei famoso per il tuo matrimonio, recentissimo, con Chiara...                                                                                                                                       Certo, ma io ero già famoso, perché io sono molto sportivo: ho giocato a calcio, pallavolo, pallacanestro, pallamano... sia in società sportive che individualmente, con altri ragazzi.

Lo sport più bello è il calcio, gioco in una squadra amatoriale di Valenza. Ho amici italiani che mi chiamano per giocare, anche a calcio a 7 a Casale, San Germano, Terruggia...

Ti piace lavorare per Senape?                                                                                                                                                                               Sì, sennò non lo farei.

Non tutti la pensano così, per molti “basta avere un lavoro”...                                                                                                                                   Per me no. Mi piace aiutare i ragazzi africani, che sono oggi come ero io 2 anni fa.

Sei musulmano, cosa pensi degli attentati dell'Isis?                                                                                                                                             Quella è gente cattiva, non sono musulmani, il Corano non giustifica niente di quello che fanno.

Ma loro si professano della tua stessa religione...                                                                                                                                                     Lo dicono, ma non lo sono. E chi pensa che non è vero sbaglia, ma non sbaglia perché è in Italia, sbaglia perché ovunque, anche in Gambia, qualcuno riesce solo a pensar male.

Qual è una cosa bella di Casale che in Gambia devono sapere?                                                                                                                                 Che mia moglie è di Casale.

%AM, %26 %041 %2016 %00:%Ago In attività Tags
Be the first to comment!

Ana

Ana, nata in Moldavia e a Casale dal 2007, nella nostra Cooperativa da 6 anni, di cui è attualmente vicepresidente.

Com'è Senape, oggi?                                                                                                                                                                                          La cooperativa è migliorata molto in questi anni, dal punto di vista organizzativo, ma il suo spirito è rimasto quello: puntiamo più sull'umanità che sul profitto e questo è buono, perché offre opportunità anche a persone sensibili che possono così realizzare qualcosa e, ovviamente, guadagnare.

Io – in Senape - ci sono capitata per caso, tramite un passaparola: ho iniziato in sartoria, a RiciCuci, e ho poi scoperto una passione! Sono felicemente autodidatta, anche se negli anni ho fatto un corso di cucito.

Come sono i ragazzi?                                                                                                                                                                                             I ragazzi tutto sommato sono bravi; a me non importa il colore della loro pelle, mi importa la persona, perché bravi e cattivi sono dappertutto. A volte perdo la pazienza, e loro lo sanno.

Imparo da loro e in loro rivedo tratti e caratteristiche che abbiamo perso, anche per il semplice fattore anagrafico: sono giovani e a volte talmente teneri o spontanei da farmi rimanere di stucco. Ma se li si mette in riga, stanno al loro posto.

E oggi...?                                                                                                                                                                                                   Adesso mi sento in paradiso, ma all'inizio... Non è stato facile. I ragazzi africani arrivati nel 2011 ci hanno aiutato tanto come interpreti e mediatori, senza di loro non so come ce la saremmo cavata. Il fatto di essere straniera mi ha aiutata: mi ritrovo in alcuni loro comportamenti, ancora presenti nel mio paese, in Moldavia.

 

A loro auguro tanta fortuna, anche a quelli che vogliono ritornare in Africa con le cose imparate qua.

%AM, %18 %041 %2016 %00:%Ago In attività Tags
Be the first to comment!

Abdirhaman                                                                                                                                   "Sono nato in Ghana, sono arrivato in Italia nel 2011 e vivo a Casale dal 2012"

Conoscevi qualcuno, qui a Casale?                                                                                                       "Nessuno. Mirella (Ruo ndr) mi ha aiutato tantissimo. Adesso sto bene qua e mi piace abitarci. Ho anche amici italiani e nuovi amici africani".

Per la cooperativa Senape, Abdirhaman svolge la funzione di mediatore, preziosa e mai banale mansione.

Ti trovi bene in questo ruolo?                                                                                                             "Sì, cerco di dare i consigli giusti ai ragazzi... Beh, alcuni ascoltano, altri per niente... ma siamo fratelli, perché siamo africani e i problemi sono gli stessi: nasci nello stesso continente e la tua vita non può che essere diversa da quella di chi nasce qua, a Casale".

%AM, %17 %041 %2016 %00:%Ago In attività Tags
Be the first to comment!

Dianko

Senegalese, in Italia dal 2011, a Casale dal 2012 e ora operatore della Cooperativa Senape, attivo tra Casale e Frinco (AT).

Cosa fai a Frinco?

Sono collaboratore e mediatore, lavoro non semplice, perché non sempre i ragazzi richiedenti asilo ascoltano o comprendono le regole o le indicazioni della cooperativa. Io cerco di far capire loro che bisogna adeguarsi e che una soluzione si può trovare”.

Sei tornato in Senegal?

“Sì, nel 2014 e nel 2015, c'è ancora la mia famiglia là, e mio figlio, che ha 8 anni”.

Cosa hai raccontato in Senegal di Casale?

“La bellezza della città. Io vorrei restare qua, ma l'importante è avere un lavoro...”

Cuoco attento, può contare anche sulla sua buona cucina per convincere e farsi ascoltare dai suoi amici africani

%AM, %17 %041 %2016 %00:%Ago In attività Tags
Be the first to comment!

Erik

A Casale da 2 anni e mezzo, proveniente dal Ghana, si trova bene a Casale e con la cooperativa Senape. "Soprattutto adesso, che ho un lavoro: sono operatore e mediatore per la cooperativa e il lavoro mi piace. Ho fatto anche un corso da elettricista e mi sono sempre sentito accolto". 

Erik ha le chiavi di molti edifici comunali, dei quali è responsabile di apertura e chiusura. 

Ma Casale per lui è anche soddisfazione nello sport: "Gioco nella Canottieri Calcio e quest'anno abbiamo vinto la coppa del Monferrato!".

Quindi resterai qua?

"Sì, la mia idea è quella di restare: se c'è lavoro, resto qua".

%AM, %16 %041 %2016 %00:%Ago In attività Tags
Be the first to comment!

Nato a Berlino e arrivato a Casale quando aveva 5 anni, Giancarlo accomnpagna i ragazzi negli uffici: ASL, anagrafe, agenzia delle entrate... "Conosco i ritmi e il carattere dei vari impiegati, e gli orari dei medici di base. Quindi consiglio loro giorno e fascia oraria. I ragazzi sono simpatici, alcuni sono più motivati ad imparare la nostra cultura e la nostra lingua, altri meno. Direi che mi piace lavorare per Senape!"

%AM, %16 %041 %2016 %00:%Ago In attività Tags
Be the first to comment!

Antoine

Operatore, accompagnatore e traduttore della Cooperativa Senape, Antoine arriva dal Togo ed è a Casale da 5 anni.

Come ti trovi a Casale?

Bene. Mi piace la gente di qua, perché è aperta. Quando sono arrivato mi sentivo un po' discriminato, ma ho capito presto che tutto dipende da come ci si comporta: se ti comporti bene, vieni accettato bene, come è successo a me. Adesso ho amici di Casale, alcuni sono venuti addirittura in Togo, quando ci sono stato nei mesi scorsi.

Ti piace lavorare per la cooperativa Senape?

Mi piace, certo! Mi permette di capire e conoscere meglio l'Africa, perché i ragazzi accolti provengono da vari paesi, diversi dal mio, e grazie a questo contatto ho imparato nuove lingue, oltre all'italiano e al francese: ghanese e malese.

%AM, %25 %041 %2016 %00:%Lug In Notizie Tags
Be the first to comment!

La forza dello sport e dell'impegno è stata la bandiera del fine settimana calcistico appena passato. A Valenza i ragazzi accolti dalla nostra cooperativa hanno partecipato al Torneo dell'Arcobaleno, nessuna vittoria ma la soddisfazione di aver condiviso sani momenti di aggregazione.

A Genova invece, nel torneo di calcio a 5 dedicato a Carlo Giuliani, la squadra di Senape si è classificata al 1° posto! Un onore grandissimo, per il valore che questa competizione ha per tutti noi. Premio: una pianta, da curare e far crescere, come le idee e i ricordi. (In foto, la squadra vincitrice a Genova. Più immagine sulla nostra pagina Facebook: Senape Coop)

%AM, %27 %041 %2016 %00:%Giu In attività Tags
Be the first to comment!

La Cooperativa Senape è attualmente impegnata in una riorganizzazione interna finalizzata a coordinare le attività di accoglienza di migranti con quelle di apertura e maggiore coesioone col territorio.

 

L'adesione al Flashbook del 2 luglio anticipa la collaborazione con alcuni esercizi commerciali di via Lanza per migliorare la vivivbilità della zona per tutti i cittadini.

Info anche sulla nostra pagina Facebook!

%AM, %27 %041 %2016 %00:%Giu In Notizie Tags
Be the first to comment!

E' online da pochi giorni la pagina Facebook tutta nuova della nostra cooperativa: raccontare quello che si fa e che si è è importante e deve servire non solo ad autocelebrarsi ma anche a consentire a chi non lavora con noi di avere le giuste informazioni sulla nostra attività. Quindi seguiteci e fateci seguire!

Pagina 1 di 7